PostHeaderIcon Calamariiiiii

7 ottobre

 

In questi giorni, Lipsi, come peraltro le altre isole circostanti, è pervasa dalla febbre del calamaro. Quasi tutti, dal postino al poliziotto al falegname, terminato il lavoro, si imbarcano sulle loro piccole barchette da pesca ed escono dal porto per calamari facendo rotta verso luoghi che rimangono “rigorosamente segreti”. Ma il mistero si svela inesorabilmente all’imbrunire quando, uno ad uno, i fanali di posizione si accendono qua e là sul mare calmo di queste notti stellate e senza vento. L’orizzonte é punteggiato di luci bianche che tradiscono la febbrile attività di quanti hanno calato in acqua le lenze con i pesciolini finti muniti di apposito amo che vengono strattonate ritmicamente su e giù nella speranza che i succulenti cefalopodi allunghino i tentacoli per afferrare la micidiale preda.
Grazie a Jens, alle 1800, partiamo anche noi sullo Zodiac per una battuta di pesca al calamaro. Giorgio, simpaticamente eccitato come un bambino, non sta più nella pelle quando in un colpo solo cattura ben tre calamari diventando così l’eroe della serata. Al suo attivo ben 5 esemplari di media grandezza. Jens salva l’onore con due, mentre il sottoscritto - come sempre, fortunato in amore - ha dovuto accontentarsi di scattare le foto. Fortuna che la legge della media consentirà a tutti (me compreso) di fare una bella scorpacciata, visto che di solo amore non si campa …

Romano

 
Banner