PostHeaderIcon “Motto che palla”

25 ottobre

Quarantanove picciotti. Decine e decine di canne da pesca. Attrezzatura superprofessionale. Reti tubolari appoggiate al molo con la parte bassa in acqua. Trucchi e astuzie messe in atto stando attenti a non farsi vedere dal vicino. Alle 0830 di stamane, sul molo principale del Marina di Ragusa, ha inizio l’ultima delle quattro gare del Campionato Provinciale Pesca Sportiva spec. Canna da Riva. Il vincitore sarà colui che nelle quattro gare avrà accumulato più “peso” di pesce. Ci fermiamo un momento prima di andare a bere un ottimo cappuccino nel bar del marina. Mentre ritorniamo alla nostra barca gettiamo nuovamente un’occhiata ai pescatori.  Tutti portano la maglietta sociale: “I picciotti pescatori”, “Predator”, “ASD Club C.P. Modica”, “Lenza Club Ragusa”, “ASD Iblea Fishing Ragusa”, “ASD Passione Pesca”, “ASD Fish & Furious”. Accanto a parecchi di loro non si contano più i mozziconi di sigarette, la tensione é alta. Un simpatico concorrente ci sorride. Gli chiediamo se questo é il suo primo amore, la pesca intendiamo. Ci pensa un momento e poi : “no, questo é quello che non ci fa litigare con il primo amore”. Ci fermiamo alla postazione numero 47, é deserta. Si avvicina un signore, che come noi assiste per qualche minuto alla gara, e ci spiega “eh il 47 porta male … 47 … motto che palla” (che significa morto che parla). Ritorniamo alla barca e riprendiamo i lavori. Oggi pulizia delle vele e rimessaggio per l’inverno. Dimenticavo, nel gruppo di pescatori ne abbiamo trovato uno con una maglietta con la scritta “a go go”, gli diciamo che é il nome della nostra barca, sorride divertito : “é anche il nostro motto”.

 

Luana

 
Banner