PostHeaderIcon Formula magica contro le tempeste

27 ottobre

Giuseppe ne é convinto. La colpa é degli americani. Mentre facciamo la nostra camminata mattutina per riequilibrare, almeno parzialmente, il consistente apporto calorico della cena di ieri sera preparataci da Jenny, una simpatica tedesca a bordo di Two Lions, un loquace sconosciuto sulla sessantina, Giuseppe, che dice di essere insegnante, ci sia affianca e scortandoci per un breve tratto ci spiega come ormai, il bel sole della Sicilia, sia irrimediabilmente offuscato dalla scia dei razzi (probabilmente intende degli aerei) americani.
Poi, dopo che gli abbiamo rivelato di vivere in barca, ci svela il rituale magico per far cessare tempeste e uragani.
Peccato averlo scoperto soltanto ora. In un paio di occasioni, lungo le coste della Colombia e fra le Vanuatu e le Solomon, quando le onde si facevano davvero inquietanti facendoci sentire dei moscerini su un guscio di noce, ci sarebbe stato utile sperimentarlo.

 

Romano

 
Banner